L’INSTALLAZIONE E COS’È PHOTOMATH?

Le app per smartphone e tablet sono diventate, di recente, uno dei temi più ricorrenti in didattica della matematica . Molte sono le app disponibili sul mercato, la maggior parte delle quali sono gratuite , ad esempio quelle che si possono trovare sul sito web Math Learning Center . Il problema che emerge, però, riguarda la qualità di queste app e l’effettivo contributo che offrono all’apprendimento della matematica . Una delle app più popolari tra gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado è PhotoMath . Tale app è stata scaricata, dal 2014, da più di 50 milioni di utenti e recensita da circa 844 mila utenti , con una votazione media di 4,7/57 su Google Play. Negli ultimi anni sono state condotte numerose ricerche su tale app e sulla possibilità di utilizzarla in classe. 

Molti insegnanti sono perplessi perché temono che tale app venga utilizzata durante i vari compiti in classe, nonché a casa, per la risoluzione degli esercizi.  è questo a rendere l’app un vero e proprio strumento, in quanto trasforma un problema difficile in problemi più facili e maneggevoli, agevolando la comprensione e riducendo il carico di lavoro degli studenti. Nel presente contributo si illustrano pregi e difetti dell’app PhotoMath, evidenziandone il possibile utilizzo nell’insegnamento della matematica

L’APP “PHOTOMATH”

L’app PhotoMath è un sistema di algebra computazionale , ovvero un software in grado di manipolare espressioni matematiche in forma simbolica. Nello specifico, essa analizza le scansioni di un problema matematico in tempo reale, le risolve e mostra all’utente i passaggi per arrivare alla soluzione. L’app riconosce la maggior parte dei font e può risolvere anche problemi scritti a mano, purché la calligrafia sia sufficientemente chiara e leggibile. L’app permette, inoltre, di tracciare i grafici di funzioni in una variabile reale e di risolvere problemi inseriti tramite la calcolatrice scientifica dell’app.

L’INSTALLAZIONE

L’app è scaricabile gratuitamente da Google Play (per il sistema operativo Android) o da App Store (per il sistema operativo iOS). È prodotta da PhotoMath Inc. Dopo aver installato l’app PhotoMath per smartphone e tablet e aver autorizzato l’app ad accedere alla fotocamera del dispositivo, si può scegliere la lingua predefinita e si può procedere all’utilizzo dell’applicazione. L’applicazione ha, nella parte superiore dello schermo, cinque funzionalità. La prima consente di accedere alle informazioni dell’app stessa, impostare la lingua, leggere la guida all’uso dell’applicazione e ottenere aiuto da parte degli sviluppatori. Inoltre, è  possibile collegare l’account al proprio profilo Facebook, Google+, oppure alla propria mail. La seconda opzione ci permette di inserire manualmente l’equazione o l’espressione da risolvere, oppure l’equazione della funzione che si vuole tracciare. L’inserimento avviene attraverso la calcolatrice scientifica dell’app. La terza opzione, che distingue PhotoMath dalle convenzionali applicazioni e CAS, è il collegamento con la fotocamera. La quarta opzione ci permette di seguire la soluzione del problema passo a passo, leggendo i vari commenti degli sviluppatori sulle procedure di risoluzione. La quinta opzione, nota come “Quaderno”, ci permette di visualizzare la cronologia dei problemi affrontati e di sfogliare i nostri problemi preferiti